una storia particolarmente gustosa

GLI ANNI CINQUANTA

Lo Scogliolungo è una meravigliosa storia di passione per l’accoglienza e la cucina che lega tre generazioni. Una passione nata e accompagnata dalle note di Amapola, della Cumparsita e degli interminabili tanghi che la notte si ballavano nella rotonda sul mare mentre nelle cucine le sardine facevano l’amore con gli scorfani e le aragoste e i paraghi del Golfo dell’Asinara.

Lo Scogliolungo è nato dall’intuizione di due amici, Gianuario Pinna e Gino Pintus, che forse misero la prima pietra più per gioco, il divertimento proprio e quello dei loro amici, che pensando a un’avventura imprenditoriale. In fondo erano giovani, e la guerra non era poi così lontana! E’ così che con le ballerine dell’avanspettacolo ingaggiate a Milano arrivarono anche Fred Buscaglione e le orchestrine di jazz e le prime sfilate per l’elezione di Miss Sardegna che sperava di arrivare a Salsomaggiore alle finalissime di Mirigliani.

A presentare l’evento, di anno in anno, stelle dello spettacolo cantanti, attrici. Non è stato difficile per lo Scogliolungo diventare un punto di riferimento dello spettacolo e della ristorazione della Sardegna che gli ha fatto guadagnare segnalazioni su numerose guide. Del resto la sua dispensa è il mare e il pesce è naturalmente il must, ma le paste fresche e i dolci, e alcuni piatti della tradizione sarda sono gli elementi che legano in ogni stagione il nome del locale alla qualità: primo elemento e filo conduttore della musica della sua cucina.